Save the Children: ancora milioni di bambini senza istruzione

saveIl rapporto Mettere fine all’esclusione invisibile di Save the Children, lanciato in tutto il mondo, sottolinea che sebbene negli ultimi 15 anni il numero di bambini nelle scuole primarie sia aumentato, ci sono ancora milioni di alunni vittime di un sistema educativo che non funziona. Sono 250 milioni i bambini in età scolare, pari al 40% del numero globale, che non frequentano, hanno abbandonato la scuola oppure ci vanno ma senza riuscire realmente ad acquisire le competenze di base. Questi ultimi corrispondo a circa 130 milioni. E a pagare il maggio prezzo sono le bambine. Le disuguaglianze nell’apprendimento si trasformeranno in disparità di opportunità per il futuro.

Anche quest’anno Save the Children Italia promuove – nell’ambito della Campagna Globale per l’Educazione – la Global Action Week: una settimana di mobilitazione che si terrà dal 21 al 27 aprile in tutto il mondo e che vedrà la partecipazione, in Italia, di centinaia di studenti, studentesse e insegnanti uniti per chiedere che il diritto all’educazione di qualità sia universalmente garantito.

Per raggiungere questo obiettivo la Campagna pone l’accento sulla necessità di intervenire per far fronte alla carenza di insegnanti adeguatamente formati e qualificati lanciando durante la Global Action Week un forte messaggio: Every Child Needs a Teacher! (per maggiori informazioni visitare il sito della Coalizione Italiana della Campagna Globale per l’Educazione www.cge-italia.org).

«Se un bambino non va a scuola è un’ingiustizia ovvia e un grave fattore di esclusione», commenta Valerio Neri, direttore generale di Save the Children Italia. «Ma sono milioni i piccoli che pur andando a scuola soffrono perché non hanno una reale possibilità di imparare. Dal momento in cui stiamo definendo i prossimi obiettivi a livello globale, bisogna porre l’attenzione sull’educazione e fare in modo che nessun bambino venga escluso sia dalla scuola sia dall’apprendimento. Occorre assicurare maggiore qualità nell’istruzione e un più equo sistema scolastico per sconfiggere l’ineguaglianza di reddito e ricchezza che continua a danneggiare le società minacciando la prosperità dei paesi».


Crescere Insieme Esperia srl, società leader nel panorama nazionale nella gestione di asili nido e dei servizi all’infanzia: una storia fatta di obiettivi. Sito Web

Scrivi un Commento

*