Roma, asili nido in concessione ai privati: la voce di Esperia Srl nell’inchiesta pubblicata dal Fatto Quotidiano on line

Guarda il video

Riportiamo la video inchiesta, a cura di Valeria Abate per IL FATTO QUOTIDIANO.ITAl centro dell’inchiesta, il bando emanato dal Comune  di Roma per otto asili nido in concessione ad imprese private del settore. 

Nel video, l’intervista a Domenico Crea, Esperia Srl, e  a Fabio Moscovini, FP Cgil Roma e Lazio.

Per arginare il problema delle infinite liste d’attesa nella scuola pre-materna il Comune di Roma si è affidato ai privati, affidando loro alcuni asili nido in concessione. Di anno in anno le liste sono aumentate al punto che a settembre solo un bambino romano su due riusciva ad entrare al nido. La questione andava risolta, tenendo bene a mente la necessità del Comune di abbattere i costi. E’ allora che l’ex-sindaco si e giocato la carta delle concessioni ai privati, indicando sul bando di gara per otto nidi una base d’asta pari a 480 euro al mese a bambino.

musica asilo nido

La posizione di Domenico Crea su come sia possibile rispondere a questi requisiti del bando, mantenendo da una parte la qualità del servizio alla collettività e dall’altra, per l’azienda, riuscendo a rientrare con le spese: «E’ sufficiente essere dei bravi imprenditori – spiega Domenico Crea, amministratore di Esperia srl, che gia nel primo bando del 2010 si era aggiudicata la gestione di due asili - «Considerata la possibilità data dal Comune di utilizzare le scuole anche negli orari extra-scolastici,  si possono offrire servizi aggiuntivi e innovativi quali incontri di sostegno alla genitorialità e di primo soccorso».

In conclusione, per Crea: «Nel rispetto della qualità dell’insegnamento, questa modalità garantisce all’utenza un doppio beneficio, più efficienza e una maggiore offerta di servizi». 


Crescere Insieme Esperia srl, società leader nel panorama nazionale nella gestione di asili nido e dei servizi all’infanzia: una storia fatta di obiettivi. Sito Web

Scrivi un Commento

*