Bonus baby sitter: al via le domande on line

Il “bonus day” dalle ore 12 del 2 luglio: vince chi arriva prima!

L’Inps comunica che i termini originariamente previsti per l’invio delle domande (1° luglio) per l’assegnazione dei contributi per l’acquisto dei servizi per l’infanzia di cui all’art. 4, comma 24, lettera b) della legge 28 giugno 2012, n. 92, sono stati rideterminati.
Pertanto, ferme restando le modalità di invio esclusivamente telematiche previste dal bando: le domande potranno essere presentate dalle ore 12,00 del 2 luglio 2013 fino al giorno 11 luglio 2013.

 

Il valore del coninps_logotributo è di 300 euro al mese. 

L’Inps ha pubblicato il bando per il cosiddetto “bonus baby sitter” gli assegni mensili che le madri lavoratrici dei piccoli fino a un anno di vita possono richiedere in alternativa al congedo parentale.  I dettagli sono sul bando pubblicato sul sito dell’Inps (http://www.inps.it/portale/default.aspx?itemdir=8349).
La misura è stata inserita dalla legge sulla riforma del lavoro del 2012 che ha introdotto, in maniera sperimentale per gli anni 2013-2015, la possibilità per le madri lavoratrici di richiedere dei sostegni economici. Il valore del contributo è pari a 300 euro e dovrà essere speso per il pagamento di baby sitter o della retta di asili nido pubblici o accreditati.

L’invio delle domande potrà essere fatto a partire dalle 11 del 1° luglio 2013 fino al 10 luglio 2013. Sottolineiamo che a parità di Isee (l’indicazione della condizione economica), il contributo sarà assegnato a chi avrà presentato prima la domanda. Non ammesse le famiglia già esentate per reddito.

Come da noi già riportato all’uscita del bando, il provvedimento prevede che i genitori lavoratori possano usufruire di contributi per pagare la baby sitter o l’asilo nido, in modo da non dover prolungare eccessivamente il congedo di maternità o, nei casi peggiori, rinunciare al proprio lavoro. Le agevolazioni saranno erogate da quest’anno e fino al 2015, e potranno essere sfruttate anche per l’iscrizione dei bimbi presso strutture private accreditate.
In alternativa, la legge ha istituito il Fondo Nuovi Nati, che eroga prestiti agevolati fino a 5 mila euro per l’arrivo del nuovo bebè.

baby-sitter-roma-italiaSpecificare l’opzione desiderata

La scelta del voucher o del contributo per la retta ai servizi per l’infanzia deve essere effettuata al momento della domanda ed è vincolante e di conseguenza non può essere successivamente modificata. In caso di scelta del contributo per l’asilo nido le madri, prima della presentazione della domanda, dovranno preventivamente effettuare l’iscrizione del minore esclusivamente presso una delle strutture aderenti alla sperimentazione presenti nell’elenco consultabile sul sito dell’Inps.

Difficoltà o dubbi? Chiamare il numero verde INPS 803164

In caso di difficoltà, il numero verde dell’Istituto  per le chiamate da rete fissa è 803164 e lo 06 164164 per chi chiama da cellulare.


Crescere Insieme Esperia srl, società leader nel panorama nazionale nella gestione di asili nido e dei servizi all’infanzia: una storia fatta di obiettivi. Sito Web

Scrivi un Commento

*