Allarme televisori: ogni 30 minuti un bambino viene ferito

bambini tvAttenzione ai nuovi televisori: cadono più facilmente e sono potenzialmente pericolosi

Televisori a schermo piatto più dannosi di quelli tradizionali? Per quanto riguarda la sicurezza dei bambini parrebbe proprio di sì. Il fatto che il peso della tv sia concentrato sullo schermo provoca facilmente cadute addosso ai piccoli. Insomma, mamma e papà devono fare attenzione ai cavi elettrici volanti, alla stabilità dell’apparecchio e alla presenza di consolle per giocare perché hanno altri attacchi elettronici a cui prestare attenzione. Per esempio, sarebbe meglio fissare la tv alla parete a un’altezza  a prova di bambino, soprattutto se vi sono bracci mobili e spigoli vivi.

A lanciare l’allarme una delle riviste più autorevole in pediatria, Pediatrics: negli Stati Uniti ogni 30 minuti un bambino viene ferito dalla televisione: dal 1990 al 2011 sono 380.885 quelli che hanno subito lesioni, mentre 215 sono morti. Questi dati provengono dalle statistiche del governo americano.

Negli ultimi due decenni il numero di incidenti domestici che ha visto coinvolti i televisori è triplicato: solo nel 2011, 12.300 bambini americani sono stati ricoverati d’urgenza per lesioni correlate alla schermo televisivo, in netta crescita rispetto ai 5.455 del 1990.

bambino televisione

Stando alla ricerca, la maggior parte delle vittime ha meno di cinque anni e il ferimento di testa e collo sono tra i traumi più comuni.

I ricercatori puntano il dito contro i televisori a schermo piatto: il peso degli apparecchi di ultima generazione è più spostato verso lo schermo contrariamente ai televisori a tubo catodico, decisamente più stabili e dunque a prova di bebè.


Crescere Insieme Esperia srl, società leader nel panorama nazionale nella gestione di asili nido e dei servizi all’infanzia: una storia fatta di obiettivi. Sito Web

Scrivi un Commento

*